You are here: Home » Politica » IL Principato di West Antarctic saluta la nascita del CELAC

IL Principato di West Antarctic saluta la nascita del CELAC

Con motivo della recente fondazione a Caracas, Venezuela, della Comunità di Stati Latino Americani e dei Caraibi (CELAC), S.A. il Principe Giovanni  Caporaso Gottlieb del Principato di Antarcticland.it, ha inviato i suoi complimenti alle 33 nazioni che per la prima volta dal Rio Grande alla Patagonia, si sono riunite per creare una organizzazione senza la presenza di Canada e Stati Uniti.
Su una superficie di 1,554,424 km2 del vasto continente antartico c’è Antarcticland, uno Stato composto da due principati, il principato di Antarcticland e il Principato di West Antarctic, con capitale a Princeburg, con un governo Meritocratico e come lingue ufficiali l’inglese e l’italiano.
L’obbiettivo principale del governo è la conservazione di Antarcticland, intesa come continente Antartico e dell’ambiente del pianeta Terra”, ha ripetuto il governatore del Principato di West Antarctic, S.A. Giovanni Caporaso Gottlieb, che ha fatto suo quanto espresso dal presidente del Venezuela, Hugo Chavez Fria, nel vertice del CELAC: “Fino a quando saremo la periferia antiquata, sfruttata e macchiata. Stiamo deponendo qui la pietra fondamentale dell’unità, dell’indipendenza e dello sviluppo Sud Americano. Esitare sarebbe perdere. Avanziamo senza esitazioni, perche questa è la strada. L’unità, l’unità, l’unità. Solo l’unità ci farà liberi, indipendenti”.
Il Principe di West Antarctic ha accettato e approvato i principali accordi adottati, come per esempio, la necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario esercitato dagli Stati Uniti contro Cuba, il compromesso del CELAC per la sicurezza alimentaria e nutrizionale, contro la speculazione finanziaria e l’eccessiva volatilità dei prezzi degli alimenti, la difesa dei diritti umani delle persone emigranti, lo sviluppo sostenibile della Comunità de Caraibi (CARICOM) e la permanente solidarietà con il popolo di Haiti.
Allo stesso tempo accetta e approva la difesa della democrazia nella regione e le risoluzioni speciali referenti allo sviluppo di Paraguay (senza litorale marittimo); la coca, originario e ancestrale patrimonio nazionale della Bolivia e del Perù; la iniziativa ecologica Yasuni.ITT.CALC-CELAC, situazione di emergenza centro Americana dovuta alla depressione climatica nella regione tropicale, e dichiarare il 2013 come anno Internazionale della Quinua, grano di provenienza boliviana.
Infine, S.A.  Giovanni Caporaso Gottlieb appoggia la strategia di sicurezza nel Centro America, l’eliminazione totale delle armi nucleari , e l’appoggio al ventesimo anniversario della agenzia brasiliana – argentina di Contabilità e Controllo del Materiale Nucleare (ABAC), e l’appoggio alla lotta contro il terrorismo in tutte le sue forme e manifestazioni, e la lotta contro il narcotraffico.